Aston Martin Rapide S 2013: immagini ufficiali

Una nuova calandra e 558 CV per l’Aston Martin Rapide S 2013: la quattro porte di Gaydon è attesa al debutto nelle prossime settimane.

Aston Martin Rapide S 2013: immagini ufficiali

Tutto su: Aston Martin Rapide

di Francesco Giorgi

23 gennaio 2013

Una nuova calandra e 558 CV per l’Aston Martin Rapide S 2013: la quattro porte di Gaydon è attesa al debutto nelle prossime settimane.

Una griglia enorme, il V12 della famiglia AM11 portato a 558 CV: la “berlina” di Gaydon si rifà il trucco, guadagna più di 80 CV e 20 nm di coppia e mantiene una posizione di rilievo nel ristrettissimo club delle “quattro porte” ultraperformanti e destinate a un’altrettanto ristretta cerchia di pochi appassionati (e facoltosi).

E’ l’Aston Martin Rapide S Model Year 2013, che il marchio presenta in questi giorni. La vettura debutterà in listino nelle prossime settimane; il prezzo, non ancora comunicato, dovrebbe assestarsi sui 210 – 215 mila euro (ricordiamo che l’attuale gamma Rapide viene messa in vendita a 197 mila euro per la 5.9 Touchtronic 2 e 215 mila euro per la Touchtronic 2 Luxe). Per i più impazienti, in ogni caso, un configuratore online è già disponibile.

>> Guarda le immagini ufficiali della Aston Martin Rapide S Model Year 2013

Corpo vettura: la calandra è più grande

La novità stilistica più evidente per l’Aston Martin Rapide S Model Year 2013 è data dall’ampia calandra anteriore, che perde il motivo sottile e tipico della storia di Gaydon in favore di un disegno decisamente più “massiccio“, a 8 barre cromate (anche perché la larga presa d’aria inferiore è, ora, incorporata alla griglia superiore anziché staccata da questa dalla modanatura orizzontale in tinta carrozzeria): uno stilema che si rifà alla V12 Zagato.

Nuovo anche il cofano motore, dall’andamento un po’ più spiovente in avanti e dotato di una “gobba” centrale, e i gruppi ottici posteriori dalle cornici verniciate in nero.

L’assetto, ulteriormente ottimizzato grazie all’abbassamento del motore di 19 mm, sfrutta i benefici del sistema hi-tech Aston Martin ADS (Adaptive Damping System) di quarta generazione, programmato su tre impostazioni di guida – “Normal“, “Sport“, “Track” – gestite da una centralina che “dialoga” con i parametri di marcia della vettura (posizione della farfalla, freni, angoli di sterzata e velocità del veicolo) per assecondare al meglio il conducente.

Motore: ora sprigiona 558 CV

Sotto il (lungo) cofano anteriore, la Rapide S MY 2013 evidenzia una nuova attenzione al motore, che resta il V12 da 5935 cc della “famiglia” AM11, ulteriormente affinato nella meccatronica per guadagnare potenza, coppia e “spunto”.

Le novità tecniche, ereditate dall’esperienza tecnologica nelle competizioni (fiore all’occhiello dell’immagine di Gaydon, non a caso nel rinnovamento del V12 5.9 c’è lo “zampino” di Aston Martin Racing), riguardano la nuova forma delle camere di combustione, gli alberi a camme – a doppia fasatura variabile – alleggeriti e ancora più profilati, un nuovo studio al flusso dei gas per l’impianto di scarico in acciaio inox e dotato di catalizzatore racing.

Con queste modifiche, indicano i tecnici di Gaydon, il V12 – sempre abbinato al cambio automatico a 6 rapporti – si presenta non solo più potente, ma anche più efficiente. A livello di “cavalleria”, la Rapide S 2013 guadagna il 17%: da 477 Cv a 6000 giri/min a 558 CV a 6750 giri/min, e 20 Nm di coppia (da 600 a 620 Nm a 5000 giri/min), con un significativo miglioramento anche in termini di elasticità (40 Nm in più fino a 4000 giri/min e 50 Nm in più già a 2500 giri/min).

Per concludere, un occhio alle prestazioni. L’Aston Martin Rapide S MY 2013 migliora di 3 decimi l’accelerazione 0 – 100 km/h (da 5,2 a 4,9 secondi) e aumenta di 10 km/h la velocità massima, che passa da 295 a 305 km/h. Anche il consumo, secondo i dati dichiarati da Gaydon, risulta lievemente migliorato (va sempre tenuto conto che si tratta di una GT da 5 metri di lunghezza e 2100 kg di peso): a ciclo medio, la Rapide S 2013 denuncia 14,2 litri di benzina per 100 km (contro i precedenti 14,9).