Citroen: l'erede della 2CV arriverà nel 2014

Nuove indiscrezioni sull'attesa erede della Citroen 2CV. A Francoforte 2013 vedremo la E3 Essential, concept "media" attesa al debutto nel 2014.

Citroën Revolte

Altre foto »

Anche se le aspettative di mercato per il 2013 non sono rosee, le Case auto europee inaugurano l'anno con le prime anticipazioni della produzione futura.

Fra le novità che vedremo nei prossimi mesi, si fa avanti la possibilità di avere al prossimo Salone di Francoforte (in programma dal 10 al 23 settembre) una première della nuova Citroen 2CV. O meglio: del prototipo chiamato a sostenere il ruolo di erede della leggendaria "Deuche" che ha motorizzato la Francia, al pari delle italiane Fiat 500 e 600, dell'inglese Austin Mini e della tedesca Volkswagen Maggiolino; ma anche il modello che dovrebbe indicare le future linee guida del design Citroen a medio termine.

La notizia trova una prima conferma dalle indiscrezioni che vengono pubblicate in questi giorni sul Web, relative a un prototipo che Citroen ha in cantiere, e che è atteso al debutto commerciale per la primavera 2014, a un prezzo stimato sui 16 mila euro.

La "nuova Citroen 2CV", ultimo esempio (in ordine di tempo) di una rivisitazione in chiave attuale di celebri modelli del passato (Fiat 500, MINI, Volkswagen New Beetle e Maggiolino) sarà tuttavia imparentata soltanto alla lontana alla popolare antenata. L'idea di chiamarla "nuova 2CV" è infatti ufficiosa, e serve più a fare meglio capire le finalità stilistiche della vettura, più che indicare un modello spartano, supereconomico e dalle leggendarie doti di robustezza e tenuta di strada della Citroen 2CV.

Il progetto, chiamato in codice E3 Essential atteso per l'edizione 2013 del Salone di Francoforte, dovrebbe essere basato sulla Citroen C4 (per la parte telaistica), avrà dimensioni "medie" - lunghezza sui 4,30 m - e sarà equipaggiato con nuovi motori a benzina da 82 e 100 CV e un turbodiesel da 92 CV, tutti a cambio manuale che, a scelta, potrà essere sostituito con uno a comando sequenziale.

Le linee, secondo le "voci di corridoio" di questi giorni, dovrebbero essere prese a prestito dalla concept C-Cactus, estrosa vettura - laboratorio che Citroen aveva esposto al Salone di Francoforte 2007.

>> Guarda le immagini della concept Citroen C-Cactus

Non è la prima volta, dunque, che, a proposito del marchio del Double Chevron, vengono avanzate possibili novità sul ritorno di modelli compatti che si ricollegano alla 2CV.

Oltre alla C-Cactus del 2007, Citroen nel 2009, sempre a Francoforte, aveva presentato la REVOLTe, prototipo ad alimentazione ibrida plug-in con quattro porte dall'apertura ad armadio che ricordava la 2CV nell'apertura del tetto fino al lunotto, nei quattro generosi parafanghi nella vistosa mascherina anteriore.

Se vuoi aggiornamenti su CITROËN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 03 gennaio 2013

Altro su Citroën

Citroen C-Zero: la prova su strada
Prove su strada

Citroen C-Zero: la prova su strada

Compatta e agile nel traffico, è perfetta per la città e i viaggia comodi in quattro adulti. L’autonomia non supera i 100 km.

Citroen: le novità al Motorshow di Bologna 2016
Anteprime

Citroen: le novità al Motorshow di Bologna 2016

Citroen sarà presente alla kermesse bolognese con le sue ultime novità affiancate dai modelli che hanno scritto la storia del marchio.

Citroen C-Elysee 2017: svelato il restyling
Anteprime

Citroen C-Elysee 2017: svelato il restyling

La berlina globale della Casa del Double Chevron si rinnova con un sapiente restyling che ne affina estetica e ne arricchisce la dotazione.