Audi R8 China Edition: solo 80 esemplari

Particolari in carbonio e una numerazione scaramantica per questa R8 dedicata alla Cina

Audi R8 China Edition: solo 80 esemplari

di Valerio Verdone

07 dicembre 2012

Particolari in carbonio e una numerazione scaramantica per questa R8 dedicata alla Cina

L’Audi R8 indossa l’abito cinese, nessun dragone o decalcomanie orientali, è pur sempre un’auto tedesca, ma un look più raffinato simile a quello della GT per un’edizione limitata costruita in soli 80 esemplari allo scopo di rendere omaggio ad un mercato in piena espansione che sta portando benefici anche al mondo dorato delle supercar.

L’aspetto è quello della R8 in commercio prima del restyling, con particolari in carbonio come le alette anteriori, il diffusore posteriore e l’ala sul vano motore ispirati alla GT, versione speciale della sportiva di Ingolstadt. Da questa prende spunto anche il disegno dei cerchi e un’interno particolarmente raffinato con elementi che riprendono il colore della carrozzeria.

Sotto il cofano nessuna sorpresa, pulsa il V10 5.2 da 518 CV e 530 Nm di coppia, un potenza in grado di spingerla da 0 a 100 km/h in appena 3,9 secondi. L’aspetto più bizzarro però riguarda la numerazione degli esemplari che vanno da 1 a 99 e in cui non ci sono cifre che contengano il numero 4, considerato sfortunato dal popolo cinese. Forse è questo il lato più caratteristico di un’auto che, fondamentalmente, non presenta novità significative.