Volvo S60 Polestar al Salone di Los Angeles

La Volvo più sportiva di sempre si concederà ai riflettori del Salone di Detroit, prima di una probabile produzione in piccola serie.

Volvo S60 Polestar al Salone di Los Angeles

di Francesco Donnici

21 novembre 2012

La Volvo più sportiva di sempre si concederà ai riflettori del Salone di Detroit, prima di una probabile produzione in piccola serie.

Volvo ha annunciato che presenterà la sportivissima S60 Polestar Concept la prossima settimana in occasione del Salone di Los Angeles 2012.

La speciale on-off firmata dal reparto sportivo della Casa svedese Polestar, farà quindi il suo debutto all’attesa ed imminente kermesse statunitense, dove la berlina sportiva della Casa Goteborg riceverà i commenti degli appassionati e degli addetti ai lavori che potrebbero determinare una possibile produzione futura, probabilmente in piccola serie.

Nata dal “capriccio” di un cliente statunitense, questa speciale S60 è stata realizzata nelle officine Polestar, storico partner sportivo del Gruppo svedese che si occupa della preparazione delle S60 da competizione, impegnate nel campionato svedese TTA.

Esteticamente, questa esclusiva concept si fa ammirare per il suo design discreto, ma ricercato che si distingue dalle S60 “normali” per l’adozione di numerose appendici aerodinamiche come il generoso splitter applicato sul nuovo paraurti anteriore, dotato a sua volta di grandi prese d’aria, per le minigonne laterali, lo spoiler sul terzo volume, il generoso estrattore d’aria, parafanghi allargati di 20 mm all’anteriore e 40 mm al posteriore che ricoprono l’inedito set di cerchi in lega bruniti da 19 pollici (abbinati a pneumatici dalla sezione 265/30), realizzati appositamente per questa versione.

L’effetto scenico, ma anche di sostanza, viene completato dal profilo della vettura, che risulta quasi rasente al terreno ed è stato ottenuto con un nuovo kit di sospensioni “racing” realizzate dagli specialisti della Öhlins che possono essere regolati a secondo delle varie esigenze.

La parte più “succulenta” – come amano definirla nei pressi di Goteborg – resta ovviamente il potente propulsore che batte sotto il cofano anteriore della vettura: stiamo parlando del compatto e potente sei cilindri 3.0 litri T6 dotato di sovralimentazione, capace di sprigionare 515 CV e 575 Nm di coppia massima. La potenza e la coppia massima vengono scaricati sulla trazione integrale, tramite un classico cambio manuale dotato di sei rapporti.  

Con questi numeri a disposizione è facile immaginare performance da primato, riassumibili in un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi e una velocità di punta superiore ai 300 km/h. Le prestazioni superlative e un peso a secco pari a 1640 kg, hanno reso necessario l’adozione di un impianto frenante sovradimensionato realizzato dalla Brembo. Il sistema può contare sulla presenza di dischi autoventilati da 380 mm all’anteriore e da 302 mm al posteriore.