Audi TT: la nuova generazione sarà più cattiva

Muscolosa nell’aspetto. la nuova generazione della TT avrà una guida più coinvolgente.

Audi TT: la nuova generazione sarà più cattiva

di Valerio Verdone

15 novembre 2012

Muscolosa nell’aspetto. la nuova generazione della TT avrà una guida più coinvolgente.

L’Audi TT si avvicina all’ennesimo cambiamento, d’altronde le leggi di mercato sono spietate e le carte in tavola vanno cambiate per rimanere al passo con i tempi. Così, per la generazione numero 3, prevista per il 2014, dalle parti di Ingolstadt si stanno rimboccando le maniche al fine di creare una vettura ancora più accattivante e sportiva.

Si comincia dalla linea, che non sarà più pulita e filante come quella attualmente in produzione, ma subirà una cura al testosterone per apparire più muscolosa, più accattivante e, in una parola, più grintosa. Niente sarà più come prima, nome a parte, e la rivoluzione passerà attraverso passaruota più marcati, spigoli più accentuati e tutto ciò che è in grado di rinnovare l’immagine di un modello divenuto un classico.

Sotto pelle ritroveremo la stessa disposizione meccanica del modello attualmente in produzione: motore anteriore in posizione trasversale e trazione anteriore o integrale. La piattaforma sarà la stessa delle nuove compatte del Gruppo VW, l’ormai famosa Mqb, ed i motori saranno, con ogni probabilità, sovralimentati. La parola d’ordine è divertimento alla guida, quindi aspettiamoci una TT ancora più reattiva e coinvolgente.

La versione aperta dovrebbe arrivare dopo un anno, mentre non mancheranno le cattive della famiglia identificate dalle lettere S ed RS. Inoltre, ci sarà in listino una versione TDI, visto che in tempo di crisi risparmiare un po’ di carburante non è mai una cattiva idea.