Renault Clio 4 2013: immagini ufficiali

Prime anticipazioni ufficiali per Renault Clio 4 2013. Debutterà il 3 cilindri 0.9 90 CV e un dCi ancora più economo.

Nuova Clio 4 2013: le immagini ufficiali

Altre foto »

Profondamente rivista nelle linee esterne, nell'abitacolo e nella dotazione, ora più tecnologica. E', in estrema sintesi, la carta d'identità della Renault Clio 2013, quarta serie della "segmento B" di Renault che sarà svelata al pubblico al Salone di Parigi 2012 (dal 29 settembre al 14 ottobre) e debutterà nei listini subito dopo.

Dopo l'anticipazione come concept a Francoforte 2011, le foto spia degli esemplari - laboratorio "pizzicati" in prova e (in questi giorni) una foto in anteprima, ora è il momento di osservare la nuova Clio sotto tutti i punti di vista.

Renault Clio 4: design tutto nuovo

Per la Renault Clio 2013, che sarà costruita negli stabilimenti di Flins (Francia) e Bursa (Turchia), il Centro Stile Renault ha sfruttato appieno i dettami stilistici applicati nella sua produzione più recente, sviluppata dal team di designer guidati da Laurens Van Den Acker.

La vettura - allestita sulla piattaforma della Clio III, e con la quale condividerà a grandi linee le dimensioni esterne (circa 4 metri di lunghezza) - sarà disponibile, almeno in un primo tempo, unicamente a 5 porte, ed è caratterizzata da un andamento decisamente più elaborato.

Il "nuovo corso" Renault (che abbiamo già osservato sulla concept elettrica DeZir) si avverte già all'anteriore, caratterizzato dalla Losange di grandi dimensioni e dalla mascherina verniciata in nero lucido, e dalla presenza di luci diurne a Led.

Lo sviluppo laterale evidenzia la scelta (di intonazione sportiva) delle maniglie verticali e "nascoste" alle porte posteriori, i nuovi e più ampi codolini passaruota, che indicano carreggiate più larghe e una minore altezza da suolo rispetto alla Clio III. Caratteristico (seppur non molto comodo, data la possibilità di rovinarlo nella marcia quotidiana) il preziosismo al sottoporta, dotato di un nuovo inserto nero e cromato.

All'interno, la Renault Clio 4 rivela una nuova forma della plancia, una consolle centrale ridisegnata e di maggiori dimensioni e nuove rifiniture in tinta nera e cromata. Per l'allestimento, Renault proporrà un'ampia gamma di personalizzazioni: dai colori ai tessuti ai materiali per pannelli porta, volante, leva del cambio, bocchette aerazione e plancia.

Occhio ai consumi con il nuovo TCe a 3 cilindri

Diciamolo subito: non è un'idea nuova in senso stretto. Il progetto "scacciacrisi" di Renault segue la filosofia del downsizing, già presente da tempo nell'impostazione tecnica delle maggiori Case auto. Iniezione diretta, turbine a geometria variabile e una gestione quasi del tutto elettronica delle funzioni del motore permettono di ottimizzare le prestazioni dalle unità di piccola cilindrata. Funzioni come la modalità ECO attivabile dal conducente, l'indicatore di cambio marcia a tre Led che, a seconda del numero di giri e delle condizioni di marcia, "consiglia" il passaggio a un rapporto superiore o inferiore, e il dispositivo Renault Driving Eco2.

Sulla Clio 4 debutterà l'innovativo Energy TCe 90 (chiamato a sostituire il TCe 100), inedito motore a 3 cilindri da 899 cc specifico per la mobilità urbana e a breve raggio, sovralimentato con un turbocompressore a bassa inerzia, che sviluppa 90 CV e 135 Nm di coppia massima a 2000 giri/min. Per il TCe 90 (che sarà già disponibile nella nuova gamma al momento del lancio) Renault dichiara un consumo a ciclo medio di 4,5 litri di benzina per 100 km (circa il 20% in meno del TCe 100) ed emissioni di CO2 nell'ordine dei 105 g/km.

Clio dCi 90: turbodiesel ancora più parsimonioso

Un'altra primizia (che, però debutterà solo a primavera 2013) è costituita dalla versione TCe 120 (1200 cc e 4 cilindri), che sviluppa 120 CV e 190 Nm di coppia massima. La Clio 4 TCe 120 sarà equipaggiata con il cambio automatico a doppia frizione EDC - Efficient Dual Clutch, così come la "sorella" turbodiesel Clio Energy dCi 90.

Per questa versione, Renault ha provveduto a un aggiornamento del collaudato common rail 1.5 che erogherà 90 CV e 220 Nm di coppia massima, e un consumo (a ciclo combinato) che si attesterà sui 3,4 litri di gasolio per 100 e 90 g/km per le emissioni di CO2.

Infotainment: la nuova Clio ama Internet

Da sempre attenta all'utilità dell'elettronica di bordo (che debuttò nel 1982 con i comandi radio remoti montati sul volente della R11), Renault propone, con la Clio 2013, il sistema infotainment Renault R-Link: un "ponte" di interfaccia tra la vettura e il mondo esterno, a tutto vantaggio della sicurezza di guida e dell'ottimizzazione delle condizioni di marcia.

L'applicazione (disponibile a partire della configurazione Dynamique) comprende uno schermo touchscreen da 7" con accesso alle funzioni essenziali della vettura, il navigatore TomTom, i comandi di modalità di guida Eco2, la connessione con lo store virtuale Renault R-Link Store per visualizzare o scaricare un'ampia gamma di app via "My Renault", e la possibilità di utilizzare R-Link come strumento di interfaccia per scambiare messaggi con gli altri utenti, gestire un proprio diario, inviare tweet, individuare i parcheggi, le stazioni di servizio o i centri di assistenza più vicini.

Se vuoi aggiornamenti su RENAULT CLIO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 04 luglio 2012

Altro su Renault Clio

Renault Clio Ph2 1.5 dCi 90 CV EDC Energy Intens: la prova su strada
Prove su strada

Renault Clio Ph2 1.5 dCi 90 CV EDC Energy Intens: la prova su strada

Restyling di sostanza per l’utilitaria della Losanga che diventa ancora più accattivante e confortevole grazie anche all'efficiente cambio EDC.

Nuova Renault Clio: primo contatto con il restyling 2016
Ultimi arrivi

Nuova Renault Clio: primo contatto con il restyling 2016

La rinnovata Clio si fa più bella con i nuovi proiettori C-Shape, ma migliora anche nella qualità degli interni e nella tecnologia.

Renault Clio R.S. 2016, la gamma si aggiorna
Ultimi arrivi

Renault Clio R.S. 2016, la gamma si aggiorna

Novità per la piccola supercar del marchio della Losanga, disponibile in abbinamento a due motorizzazioni e tre telai.