Bentley Continental GT Speed 2013

Dopo le prime anticipazioni, Bentley svela la Continental GT Speed 2013: è la Bentley più veloce di sempre

Bentley Continental GT Speed 2013

di Francesco Giorgi

20 giugno 2012

Dopo le prime anticipazioni, Bentley svela la Continental GT Speed 2013: è la Bentley più veloce di sempre

Da più di 80 anni, la sigla “Speed” identifica i modelli Bentley più aggressivi e, nello stesso tempo, più prestigiosi. Non fa eccezione la famiglia Continental GT, che già nel 2007 (al Salone di Francoforte) aveva portato al debutto quella che 5 anni fa esatti era la Bentley più potente e veloce mai prodotta a Crewe.

Tutto questo, oggi, appartiene al passato. Lo dimostra la Bentley Continental GT Speed 2013, che debutterà nei prossimi giorni al prestigioso Goodwood Festival of Speed (in programma dal 28 giugno al 1 luglio) e sarà in listino a ottobre.

Il battesimo di Goodwood sarà affidato ai “moderni” Bentley Boys: Yuha Kankkunen (che con Bentley ha agguantato due record mondiali di velocità su ghiaccio), Guy Smith e il leggendario Dereck Bell.

I tratti distintivi che segnalano l’appartenenza della Continental GT Speed 2013 a… un’altra razza di coupé di altissima gamma, anche rispetto al resto della produzione di Crewe, sono gli stessi della precedente GT Speed. Vale a dire: ampie griglie anteriori (quella centrale e quelle inferiori) “a rete”, in acciaio inox a effetto brunito e terminali di scarico cromati.

Le novità del corpo vettura riguardano solamente qualche accenno di cromatura in più: nelle bandelle inferiori (che nella versione precedente erano leggermente più scure) e nelle sottili cornici della fanaleria posteriore (assenti nella GT Speed 2007).

All’interno, la Continental GT Speed 2013 mette in mostra un allure di estrema eleganza e sportività, garantito dall’introduzione (come sempre a cura di Mulliner) di una plancia realizzata completamente in carbonio, con questo elemento in vista nella strumentazione, nella porzione davanti al passeggero e nell’imponente consolle centrale (una scelta che richiama la realizzazione dei cruscotti in alluminio “a rosette”).

La pelle pregiata, tranne che per i sedili e i pannelli porta, si incontra solamente nella cornice della strumentazione e della consolle. Oltre che, ovviamente, al volante sportivo a tre razze, dove dietro si trovano le stesse “levette” in nero che comandano il cambio ZF automatico a 8 rapporti a controllo adattivo attraverso un software “intelligente” che gestisce la trazione integrale permanente a differenziale centrale Torsen.

E’ sotto il lunghissimo cofano anteriore che la Bentley Continental GT Speed esprime tutto il proprio carattere. La vettura, infatti, viene equipaggiata con una versione aggiornata del collaudato V12 da 6 litri con distribuzione a 4 valvole per cilindro e doppio turbocompressore.

Rispetto alla precedente GT Speed, grazie a una ulteriore rimappatura delle centraline, a una nuova gestione delle turbine e all’alleggerimento dei componenti termici, la vettura guadagna 25 CV (passa da 600 a ben 625 CV) e sprigiona la bellezza di 800 Nm di coppia (150 Nm in più).

Valori “monstre”, che trovano conferma nella velocità massima (Bentley, alla faccia dell’understatement, indica 329 km/h, cioè 5 km/h in più rispetto alla GT Speed 2007) e nell’accelerazione 0 – 100 km/h che richiede appena 4 secondi netti.

L’assetto, ribassato, comprende un sistema di sospensioni adattive in alluminio a gestione elettronica e cerchi più grandi (da 21″ anziché 20″, ma dal disegno immutato) che montano pneumatici Pirelli PZero da 275/35-21. La frenata avviene, come sempre, grazie a un impianto carboceramico.

La Bentley Continental GT Speed 2012 sarà disponibile alle prenotazioni nei prossimi giorni (il prezzo non è stato comunicato, ma dovrebbe aggirarsi sui 200 mila euro) e debutterà a ottobre 2012.

No votes yet.
Please wait...