Aston Martin Vanquish: negli States dal 2013

Nuove indiscrezioni sul modello top di gamma, che riprenderà alcune soluzioni stilistiche del concept Project AM 310 e della One-77.

Aston Martin Vanquish: negli States dal 2013

Tutto su: Aston Martin Vanquish

di Valerio Verdone

12 giugno 2012

Nuove indiscrezioni sul modello top di gamma, che riprenderà alcune soluzioni stilistiche del concept Project AM 310 e della One-77.

L’erede della Aston Martin Vanquish è pronta per diventare un nuovo punto di riferimento nel settore delle gran turismo di classe con prestazioni da supercar.

Infatti, il suo V12 da 6 litri sarà ulteriormente sviluppato per garantire un’ulteriore dose di cavalli. Ancora top secret il prezzo, mentre si vocifera che gli acquirenti americani potrebbero averla a partire dal 2013.

Altre indiscrezioni arrivano da un’intervista avvenuta a Tokyo il 9 giugno a Micheal van der Sande, responsabile commerciale della Casa di Gaydon, il quale ha riferito il concept presentato a maggio a Villa d’Este potrebbe generare un nuovo modello o influenzarne in parte lo sviluppo. Anche perchè si tratterebbe di un’auto che va a sostituire la DBS e che rappresenterà il biglietto da visita Aston Martin per il suo centesimo anniversario.

Di conseguenza il nome Vanquish sembra all’altezza per il genere di auto, soprattutto se si considerano gli obiettivi del marchio britannico, intenzionato a riguadagnare posizioni nei confronti delle rivali europee nel ricchissimo mercato cinese. Non a caso Aston Martin mira a raddoppiare il numero dei concessionari entro 6 mesi e a triplicarlo entro 12 mesi.