Chrysler, in futuro modelli scolpiti dal vento

Il capo del design ha spiegato come la linea delle future vetture Chrysler sarà fondamentale per abbattere consumi ed emissioni.

Chrysler 300C Model Year 2011

Altre foto »

Le Chrysler del futuro abbandoneranno le attuali linee massicce e imponenti per abbracciare forme particolarmente aerodinamiche che permetteranno di abbattere consumi ed emissioni inquinanti. La nuova strategia della Casa americana è stata spiegata dal Capo del design della Chrysler, Ralph Gilles, che a margine dell'annuale raduno politico-economico Policy Mackinac, tenutosi nel Michigan, ha spiegato le motivazioni di questa scelta.

Negli ultimi tempi, le più grandi Case automobilistiche mondiali stanno realizzando auto sempre più aerodinamiche: ad esempio anche berline di medie dimensioni come l'Audi A7 o la nuova Toyota Avalon hanno "forme scolpite dal vento", una caratteristica che risultava fino a poco tempo fa esclusivo appannaggio di vetture sportive come spider e coupé.

Secondo Gilles, le attuali forme squadrate delle Chrysler 200 e 300 verranno abbandonate in favore di forme più sinuose, sottili e scolpite. I designer e i progettisti della casa di Auburn Hills in passato - per sviluppare la linea di una vettura - impiegavano nella galleria del vento circa 100 ore di lavoro. Oggi il tempo impiegato dai designer del Costruttore americano nella galleria del vento è praticamente triplicato, arrivando fino a picchi di 300 ore di lavoro. Come se non bastasse il Gruppo Chrysler ha assunto negli ultimi tempi nuovi specialisti con esperienza nella dinamica dei fluidi, i modo da aumentare ulteriormente l'efficienza e l'ottimizzazione dell'aerodinamica delle vetture.

Un altro passo fondamentale di questa nuova strategia si basa su una maggiore collaborazione tra gli ingegneri e i designer, due gruppi che lavorano tradizionalmente separati, ma che adesso collaborano con profitto e garantiscono un ottimo lavoro di squadra.

Se vuoi aggiornamenti su CHRYSLER, IN FUTURO MODELLI SCOLPITI DAL VENTO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 04 giugno 2012

Vedi anche

Seat conferma: nel 2018 arriverà il maxi Suv

Seat conferma: nel 2018 arriverà il maxi Suv

Sarà progettato a Martorell e costruito a Wolfsburg sulla piattaforma MQB A2; e Seat festeggia il migliore risultato operativo della propria storia.

Skoda: una low cost per l’India nel 2019

Skoda: una low cost per l’India nel 2019

La vettura farebbe parte di un accordo tra il Gruppo Volkswagen e Tata

McLaren BP23: un teaser anticipa la hyper-GT

McLaren BP23: un teaser anticipa la hyper-GT

106 esemplari, tutti già prenotati, per la nuova coupé che inaugurerà la filosofia "hyper-GT" per Woking: ecco un dettaglio di anteprima.