Hyundai Langdong: l’Elantra per la Cina

Tra le novità della Casa coreana presenti al Salone di Pechino troviamo anche la nuova Langdong, variante cinese dell’apprezzata berlina Elantra.

Hyundai Langdong

Altre foto »

Tra le novità Hyundai presenti al Salone di Pechino 2012 troviamo anche la nuova Langdong, variante della quattro porte Elantra, studiata appositamente per il mercato cinese. La Langdong sarà prodotta a partire dalla seconda metà del 2012 nel terzo stabilimento Hyundai in Cina, portando la capacità produttiva della Casa coreana nel paese asiatico fino ad un milione di unità.

Design: dinamico e fluido

Esteticamente la quattro porte della Casa di Seul riprende il nuovo corso stilistico chiamato Wind Craft, a sua volta evoluzione del Fluid Sculpture che ha influenzato tutte le vetture del Costruttore a partire dal 2009. Il frontale della vettura risulta aggressivo e dinamico, grazie all'adozione dei nuovi proiettori avvolgenti che regalano un senso di movimento e di fluidità delle forme, come ad esempio sulle fiancate e nella zona posteriore. La Hyundai Langdong si presenta come una berlina di medie dimensioni, caratterizzata da una lunghezza di 4,69 metri, una larghezza di 1,88 m, un'altezza pari a 1,68 m e un abbondante passo di 2,77 m che consente una buona abitabilità per cinque persone adulte e i loro relativi bagagli.

Dotazione ricca e abitacolo accogliente

L'abitacolo nasconde una serie di dispositivi e accessori in grado di assicurare comfort e sicurezza paragonabili aduna vettura di segmento superiore. La dotazione della Langdong comprende infatti tra le altre cose un sofisticato sistema di navigazione satellitare, un climatizzatore elettronico dotato di regolazione bi-zona, sedili dotati di regolazione elettrica e di riscaldamento. Degno di nota anche il nuovo sistema di infotainment Blue Link capace di controllare le principali funzioni della vettura, dotate anche di un innovativo controllo remoto, oltre a fornire una serie di avvisi relativi alla sicurezza dei passeggeri e ai controlli di manutenzione ordinaria e straordinaria. Infine una particolare attenzione è stata posta ai dispositivi di sicurezza attiva e passiva che comprendono l'adozione di sistemi elettronici, numerosi airbag e anche un dispositivo per il controllo costante della pressione dei pneumatici.

Due propulsori a benzina moderni e parsimoniosi

Per quanto riguarda la parte meccanica, la nuova berlina coreana può essere equipaggiata con due propulsori a benzina da 1.6 litri e 1.8 litri. L'unità entry level dispone di quasi 130 CV e 155 Nm di coppia massima, mentre il più potente 1.8 litri offre 146 CV di potenza e 175 Nm di coppia. Entrambi i propulsori possono essere abbinati ad un cambio manuale a sei rapporti o in alternativa ad un automatico dotato di una speciale modalità chiamata ECO, in grado di ottimizzare consumi ed emissioni inquinanti.

Se vuoi aggiornamenti su HYUNDAI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 24 aprile 2012

Altro su Hyundai

Hyundai Ioniq Autonomous Concept: i segreti dell
Concept

Hyundai Ioniq Autonomous Concept: i segreti dell'auto a guida autonoma

In occasione del Salone Californiano, Hyundai svela il suo sofisticato prototipo dotato di guida autonoma che ne anticipa la versione di serie.

Genesis G80 3.3T Sport: debutta al Salone di Los Angeles
Anteprime

Genesis G80 3.3T Sport: debutta al Salone di Los Angeles

Nuova versione twin-turbo che arricchisce la gamma Sport per il neonato marchio alto di gamma di Hyundai: sarà sul mercato Usa a primavera 2017.

Hyundai Ioniq ibrida: la prova su strada
Prove su strada

Hyundai Ioniq ibrida: la prova su strada

La Hyundai Ioniq anticipa la mobilità del futuro grazie ad un efficiente schema ibrido abbinato a contenuti tecnologici di assoluto rilievo.