Chevrolet Malibu, nuove immagini

Dopo la presentazione al Salone di Shanghai, tutto è pronto per la Chevrolet Malibu, la berlina di cui è iniziata la produzione negli Usa.

Chevrolet Malibu, nuove immagini

Tutto su: Chevrolet Malibu

di Andrea Barbieri Carones

03 aprile 2012

Dopo la presentazione al Salone di Shanghai, tutto è pronto per la Chevrolet Malibu, la berlina di cui è iniziata la produzione negli Usa.

Dopo il debutto ufficiale allo scorso Salone di Shanghai, la Chevrolet Malibu si appresta a essere commercializzata in oltre 100 Paesi del mondo, a iniziare da Cina e Stati Uniti.

Questa nuova berlina della Casa americana vuole essere la vettura che lancerà nel mondo un nuovo modo di concepire i prodotti Chevrolet. A cambiare, oltre al nuovo disegn esterno e interno, anche la tecnologia e i consumi che si annunciano ridotti per la categoria.

A prima vista, quello che salta all’occhio sono i gruppi ottici dal look sportivo, insieme allo spoiler posteriore integrato che contribuisce a rendere molto aerodinamica l’auto americana, con un Cx molto basso rispetto alla media delle concorrenti e simile a quello dell’elettrica Volt, per la quale è stata minimizzata la resistenza all’aria proprio per aumentare l’autonomia: prese d’aria regolabili elettronicamente riducono la resistenza all’avanzamento.

A cambiare sono anche gli interni e il bagagliaio, che è stato ampliato di un volume pari a circa 113 litri rispetto al modello che va a sostituire, ossia la Chevrolet Epica. Nell’abitacolo convivono cromature, inserti in alluminio e in radica e non manca un’illuminazione che crea diversi effetti di colore.

La Malibu sarà dotata dell’impiando di infotainment My-Link presente sulle vetture Chevrolet, comprendente il sistema audio Smartradio, il navigatore satellitare, il telefono vivavoce con connessione Bluetooth – che permette di utilizzare alcune app del proprio smartphone senza togliere le mani dal volante – e il sistema Internet radio Pandora.

Sotto il cofano ci sarà un 2,5 litri a 4 cilindri a iniezione diretta, in grado di erogare 190 CV e 245 Nm. La trasmissione sarà automatica a 6 rapporti. La produzione negli Stati Uniti è iniziata nei primi mesi di quest’anno.