Mini John Cooper Works Countryman

La più potente delle Mini sposa la trazione integrale e una carrozzeria a quattro porte. Il debutto a Ginevra 2012.

Mini John Cooper Works Countryman

Altre foto »

Nel corso del Salone di Ginevra 2012 (8-18 marzo), la già numerosa famiglia Mini si arricchirà di un'ulteriore declinazione rappresentata dalla John Cooper Works Countryman, che si distinguerà per i forti connotati sportivi, grazie all'utilizzo del potente 1.6 litri sovralimentato da 218 CV abbinato all'inarrestabile trazione integrale ALL4.

Immediatamente riconoscibile per i tipici badge JCW, i cerchi in lega da 18 pollici (optional da 19 pollici) e il doppio scarico posteriore, la Mini JCW Countryman ricalca la sua forte personalità anche all'interno dell'abitacolo, dove troviamo inedite tappezzerie e accostamenti cromatici studiati appositamente per il nuovo modello.

Motore turbo da 218 CV

Il cuore della John Cooper Works è l'unità ad iniezione diretta di benzina di origine Bmw da 1.6 litri, dotata di un turbocompressore Twin-Scroll con intercooler. Questo propulsore eroga ben 218 CV e 280 Nm di coppia in un arco compreso tra i 2.000 e i 5.600 giri, inoltre può contare sulla funzione overboost capace di aumentare la coppia massima fino a quota 300 Nm. Per quanto riguarda la trasmissione, si può optare per il classico manuale a sei marce e per la prima volta su una John Cooper Works sarà possibile richiedere un cambio automatico a 6 rapporti.

Trazione integrale ALL4 e prestazioni da vera sportiva

Inoltre, la John Cooper Works Countryman è la prima Mini JCW che può vantare la versatilità di ben quattro portiere, unite alla potenza di quattro ruote motrici. Ed è proprio l'ormai nota trazione integrale ALL4 a garantire un divertimento estremo su tutti i tipi di terreno, rendendo quasi naturale scaricare in ogni situazione l'abbondante cavalleria. L'utilizzo di un sofisticato differenziale centrale a funzionamento elettromagnetico permette di distribuire la coppia motrice tra l'asse anteriore e l'asse posteriore in condizioni normali al 50% (ma fino al 100% all'asse posteriore in condizioni di necessità). L'ottima motricità è coadiuvata dall'inedito assetto sportivo che abbassa il baricentro della vettura di ben 10 millimetri rispetto alla Countryman "standard".

Con queste doti non è difficile immaginare prestazioni entusiasmanti in qualsiasi situazione. Secondo i dati dichiarati dal Costruttore, questa Mini è capace di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 7 secondi netti e di toccare una velocità massima di 225 km/h (223 km/h in versione automatica). I dati relativi al consumo di carburante e alle emissioni inquinanti nel ciclo misto sono rispettivamente di 7,2 litri/100 km ( 8,0 l/100 km l'automatica), e di 167 g/km di CO2 (187 g/km la versione automatica).

Se vuoi aggiornamenti su MINI COUNTRYMAN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 01 marzo 2012

Altro su MINI Countryman

Mini Countryman Premiere Edition
Anteprime

Mini Countryman Premiere Edition

Disponibile prima del lancio con un ricco equipaggiamento

Mini John Cooper Works Rally: pronta per la Dakar 2017
Motorsport

Mini John Cooper Works Rally: pronta per la Dakar 2017

Allestita sull'attuale Countryman, l'annunciata concorrente per Peugeot 208 DKR e Toyota Hilux sviluppa 340 CV dal Bmw 3.0 turbodiesel sei cilindri.

Mini Countryman 2017: ecco la seconda generazione
Anteprime

Mini Countryman 2017: ecco la seconda generazione

Mini comunica in anteprima immagini e caratteristiche della rinnovata Countryman: cresce nelle dimensioni e debutterà in versione ibrida plug-in.