Lamborghini: confermato lo sviluppo del SUV

Dopo mesi di incertezze, lo sviluppo del SUV premium di Sant'Agata è avviato a concretizzarsi. "Congelato" il progetto Estoque?

Lamborghini LM 002

Altre foto »

Lamborghini dà il "via libera" al progetto SUV. Lo sviluppo di un nuovo veicolo "tout terrain", più volte messo in discussione, negli ultimi mesi, si avvia ad essere concretizzato.

La notizia è stata resa nota, in questi giorni, da una fonte interna di Audi (ricordiamo che Lamborghini fa parte del Gruppo Volkswagen, al quale il marchio di sant'Agata fornisce i V10 5.2), che riporta all'attulità l'imminente sviluppo di un SUV premium made in Sant'Agata: un segmento di veicoli che, finora, aveva visto la presenza di Lamborghini con la LM002.

La "voce" trapelata negli ambienti Audi non ha ricevuto alcuna smentita, dunque si può confermare, almeno per quanto riguarda un cenno positivo al progetto, che - almeno a breve termine - "congela" il debutto della berlina a quattro porte Estoque, il modello che per diverso tempo ha conteso al futuro SUV il ruolo di terza vettura nei listini Lamborghini per i prossimi anni.

Quanto all'anteprima, alcune voci di corridoio indicano la presentazione di un prototipo già al Salone di Pechino: una notizia che riportiamo per dovere di cronaca, ma per la quale attendiamo conferme. E' chiaro, tuttavia, che l'indicazione del debutto di Pechino non nasce a caso: il mercato cinese, come quello indiano e USA, saranno quasi certamente gli obiettivi di riferimento per il SUV del Toro.

Lo stesso vale anche per i tempi del debutto commerciale: quando vedremo il SUV Lamborghini in listino, ad affiancare Gallardo e Aventador? Questa è una domanda alla quale potremo rispondere più avanti.

Più probabile, invece, è l'equipaggiamento tecnologico del futuro SUV di Sant'Agata. La vettura, chiamata a sostenere il ruolo di competitor nel ristretto segmento dei SUV premium (finora animato da BMW X6, Porsche Cayenne e, nel prossimo futuro, dall'inedito SUV Maserati, che si chiami Kubang o Cinqueporte), dovrebbe essere lunga circa 5 metri. L'abitacolo ospiterà 4 - 5 persone, la motorizzazione sarà, con ogni probabilità, il collaudato V10 da 5,2 litri, magari leggermente depotenziato in virtù di una maggiore coppia ed elasticità di marcia. Fra le possibili propulsioni, potrebbe esserci anche una motorizzazione ibrida benzina - elettrica.

La nuova Lamborghini SUV - crossover è, poi, attesa per la condivisione del telaio con la nuova generazione di Audi Q7: si tratta della piattaforma MLB, progetto modulare sviluppato da VW - Audi con l'obiettivo di ottenere risparmio di peso (grazie all'impiego di alluminio e carbonio) e minori costi di produzione (la struttura sarà, infatti, realizzata in un unico stabilimento del Gruppo).

Se vuoi aggiornamenti su LAMBORGHINI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 02 febbraio 2012

Altro su Lamborghini

Lamborghini Huracan RWD Spyder: una "scoperta" tutta dietro
Anteprime

Lamborghini Huracan RWD Spyder: una "scoperta" tutta dietro

Sotto i riflettori del Salone di Los Angeles, Lamborghini svela la versione a trazione posteriore della Huracan Spyder.

Lamborghini Huracan: tuning by DMC
Tuning

Lamborghini Huracan: tuning by DMC

Body Kit in carbonio e 20 CV in più nel motore

Lamborghini Huracan Performante: il debutto a Los Angeles?
Anteprime

Lamborghini Huracan Performante: il debutto a Los Angeles?

La Casa di Sant’Agata bolognese potrebbe svelare al Salone americano una variante ancora più estrema della Huracan.