Mazda: i diesel Skyactiv-D negli USA dal 2013

Confermato il debutto negli Stati Uniti della nuova famiglia di propulsori diesel Skyactiv-D.

Mazda: i diesel Skyactiv-D negli USA dal 2013

di Francesco Donnici

25 gennaio 2012

Confermato il debutto negli Stati Uniti della nuova famiglia di propulsori diesel Skyactiv-D.

Negli ultimi mesi più di una volta si sono susseguite voci in merito ad un possibile debutto dei nuovi propulsori diesel Skyactiv firmati Mazda sul mercato statunitense. In questi giorni però, non solo un portavoce della Casa giapponese ha confermato le indiscrezioni, ma anche fornito una possibile data di lancio. In un’intervista rilasciata alla stampa americana, Jeremy Barnes – portavoce del Costruttore Mazda – ha dichiarato: “La nuova famiglia di propulsori diesel Skyactiv-D debutterà negli USA, dopo 15-18 mesi dal lancio dei motori a benzina SkyActive-G montati sulla Mazda3“.

Facendo un rapido calcolo, dato che i propulsori Skyactiv-G della Mazda3 sono arrivati negli showroom americani lo scorso ottobre, la nuova famiglia di motori diesel della Casa giapponese dovrebbero debuttare negli Stati Uniti nei primi mesi del 2013. Anche se molti dubbi sono stati dissipati, rimane ancora avvolto nel mistero il nome del modello che ospiterà per primo i tecnologici propulsori a gasolio della Mazda. Le solite “gole profonde” parlano di un possibile debutto sulla nuova generazione del SUV CX-5, derivato dall’affascinate concept Minagi presentata al Salone di Ginevra 2011.

Il propulsore Skyactive-D da 2.2 litri è declinato in due diversi livelli di potenza: il primo dispone di 150 CV e 380 Nm di coppia massima, mentre la versione di punta offre una potenza di 175 CV e una coppia pari a 420 Nm. Nel primo caso il nuovo crossover giapponese accelera – secondo i dati dichiarati dalla Casa –  da 0 a 100 km/h in 10 secondi netti e tocca una velocità massima di 198 km/h. La versione di punta da 175 CV permette invece un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 9,2 secondi, una velocità massima dichiarata pari a 202 km/h e promette un consumo medio di 4,5 litri per 100 chilometri.

Entrambe le versioni possono essere abbinate al nuovo cambio manuale a sei rapporti denominato Skyactive-MT o in alternativa all’automatico Skyactiv-Drive, ottima sintesi delle ultime tecnologie utilizzate dai cambi a variazione continua e da quelli dotati di doppia frizione, ottenendo così una migliore distribuzione della coppia e un abbassamento sensibile dei consumi rispetto ad un cambio automatico tradizionale.