McLaren: nel 2013 l’erede della F1 stradale

La nuova sportiva estrema di Woking avrà un motore biturbo e utilizzerà il Kers come le monoposto di F1.

McLaren: nel 2013 l’erede della F1 stradale

di Valerio Verdone

19 gennaio 2012

La nuova sportiva estrema di Woking avrà un motore biturbo e utilizzerà il Kers come le monoposto di F1.

La leggenda si rinnova, o almeno prova a farlo adeguandosi alle tecnologie di oggi. Stiamo parlando di un’auto che per anni è stato un vero e proprio punto di riferimento a livello di prestazioni e guida estrema: l’indimenticabile McLaren F1.

Secondo i colleghi della rivista inglese Car, la supercar inglese starebbe per tornare, l’arrivo è previsto per il 2013, e il suo progetto è identificato con la sigla P12. Più estrema nelle linee rispetto alla sorella minore MP4-12C, la nuova sportiva di Woking tenterà di ripercorrere le orme della mitica F1.

Per farlo si affida alla fibra di carbonio, con cui verrà realizzato il telaio, e ad un motore V8 3.8 ipervitaminizzato con due turbo per scatenare una potenza stimata di circa 800 CV. Ma non è tutto, per offrire la possibilità al fortunato possessore di compiere sorpassi a tempo di record, utilizzerà il Kers mutuato dalle monoposto di F1.

Non ci sarà l’abitacolo a tre posti, ma un semplice interno con due sedili, un aspetto che farà storcere il naso agli appassionati, ma renderà la vita a bordo più semplice. Ad ogni modo il posto guida sarà caratterizzato dal volante dotato di suggestivi pulsanti rossi deputati all’azionamento del Kers.

Rimane un ultimo particolare, il prezzo, che dovrebbe aggirarsi intorno ai 750.000 euro, molto meno di una Bugatti o di altre supercar d’eccezione, ma molto di più di una vettura spettacolare come l’Aventador.