Rubano benzina e la rivendono con lo sconto

Due giovani sono stati arrestati stanotte a Roma mentre rubavano la benzina da alcune auto in sosta. Lo scopo? Rivenderla a prezzo scontato.

Rubano benzina e la rivendono con lo sconto

di Giuseppe Cutrone

13 gennaio 2012

Due giovani sono stati arrestati stanotte a Roma mentre rubavano la benzina da alcune auto in sosta. Lo scopo? Rivenderla a prezzo scontato.

In tempo di caro carburanti può accadere anche questo, il furto di benzina dalle auto in sosta per poi rivenderla a prezzi vantaggiosi ad ignari “clienti”.

La singolare vicenda resa ha per protagonisti due fratelli romani di 20 e 21 anni, i quali sono stati sorpresi dai Carabinieri la notte scorsa a riempire alcune taniche con la benzina prelevata dai serbatoi di alcune vetture parcheggiate in viale Gorizia.

I militari erano in pattuglia quando, verso le 3, hanno rilevato alcuni strani movimenti nei pressi di una Mini in sosta, notando due uomini impegnati a travasare la benzina dal serbatoio dell’auto a una tanica mediante un tubo. L’intervento dei Carabinieri ha messo alla fuga i ladri di carburante, che però sono stati subito bloccati.

Gli uomini dell’Arma hanno così potuto trovare altre quattro taniche già piene di benzina sistemate nella vettura dei due, peraltro risultata rubata, apprendendo dal conseguente interrogatorio ai due fermati che il carburante indebitamente trafugato sarebbe stato rivenduto a 1,50 euro al litro, cioè con uno “sconto” di ben 30 centesimi al litro rispetto al prezzo medio attualmente praticato dalle varie compagnie petrolifere.

Insomma il continuo rialzo dei prezzi dei carburanti rischia non solo di incidere pesantemente sui bilanci delle famiglie e di portare conseguentemente a una forte limitazione nell’utilizzo dell’auto, ma potrebbe avere il non certo simpatico effetto di creare questi giri d’affari illegali pronti ad attirare la microcriminalità, che vedrebbe proprio nella rivendita di contrabbando dei carburanti rubati una possibilità di guadagno del tutto inaspettata fino a qualche anno fa.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...