Nissan Juke Shiro al Salone di Bruxelles

Alla manifestazione belga Nissan presenta una raffinata versione del suo crossover compatto dotato di uno stile particolarmente curato.

Nissan Juke Shiro al Salone di Bruxelles

Tutto su: Nissan Juke

di Francesco Donnici

10 gennaio 2012

Alla manifestazione belga Nissan presenta una raffinata versione del suo crossover compatto dotato di uno stile particolarmente curato.

Mentre gli occhi di appassionati ed addetti ai lavori del settore automotive sono puntati sul Salone di Detroit 2012 (9-22 gennaio), dall’altra parte dell’oceano si sta svolgendo un’altra interessante kermesse dedicata al mondo delle automobili. Stiamo parlando del Salone di Bruxelles, che nonostante la concorrenza ingombrante della manifestazione americana, ha in serbo alcune sorprese particolarmente stuzzicanti, tra cui la nuova Nissan Juke Shiro.

Argento satinato fuori e bianco dentro

Realizzata sulla versione di punta del fortunato crossover compatto nipponico, questa inedita Juke viene battezzata con il nome Shiro (bianco in giapponese), a causa dei suoi raffinati interni impreziositi con inserti e dettagli dal candido colore. Il raffinato abitacolo della Shiro sfoggia l’originale plancia di colore nero che richiama nella parte della consolle centrale le forme di un serbatoio motociclistico, il tutto abbinato a pregiati sedili rivestiti in pelle di colore nero con cuciture a vista bianche. Come accennato in precedenza, a queste tonalità scure, i designer Nissan hanno contrapposto alcuni dettagli di colore bianco, come ad esempio il tunnel centrale che separa i sedili anteriori e incorpora leva del cambio e portabicchieri, ma anche i braccioli inglobati nei panelli delle portiere.    

Anche la parte esteriore della vettura ricalca il lusso e la ricercatezza dei dettagli che è stata posta nell’abitacolo: in particolare spiccano i nuovi cerchi in lega multirazza da 17 pollici, mentre la carrozzeria è stata impreziosita da una finitura color argento satinato dedicata alle maniglie delle portiere e alle calotte degli specchietti retrovisori.

Motorizzazioni: un diesel e due benzina

Basata sull’allestimento Tekna, la nuova Juke Shiro viene proposta con tre diverse motorizzazioni, un diesel e due benzina. Sul fronte dei diesel troviamo l’affidabile 1.5 dci di origine Renault proposto nella versione da 110 CV e 240 Nm di coppia massima, numeri capaci di spingere la Juke da 0 a 100 km/h in 11,2 secondi e di toccare i 175 km/h di velocità massima (4.9 l/100 Km  i consumi dichiarati nel misto). Sul fronte dei propulsori a benzina troviamo il 1.6 litri declinato in versione aspirata e turbo: la prima offre 117 CV, accelera da 0 a 100 km/h in 11 secondi e tocca i 177 km/h di velocità massima, mentre la versione sovralimentata sfodera ben 190 CV che le permettono di schizzare da 0 a 100 km/h in 8 secondi netti e di raggiungere i 215 km/h di velocità massima. Quest’ultima versione può contare sulla sofisticata trazione integrale All-MODE 4×4-i e su un cambio automatico CVT di ultima generazione, entrabi offerti di serie.