Il SUV Bentley sempre più vicino

Già in questa prima parte dell’anno i vertici del Gruppo Volkswagen prenderanno la decisione definitiva in merito al SUV marchiato Bentley

Il SUV Bentley sempre più vicino

Tutto su: Bentley

di Luca Gastaldi

03 gennaio 2012

Già in questa prima parte dell’anno i vertici del Gruppo Volkswagen prenderanno la decisione definitiva in merito al SUV marchiato Bentley

Stimolata dai migliori risultati di vendita sin dalla crisi economica globale del 2008, la Bentley sembra aver dato ulteriore impulso al progetto per il nuovo SUV con motore a 12 cilindri che dovrebbe essere lanciato non prima del 2014. Un inedito veicolo che il marchio intende posizionare al di sopra di tutti gli altri SUV attualmente disponibili sul mercato, quindi con un prezzo che dovrebbe sfiorare i 200mila euro.

Nel corso di una recente conferenza stampa, come ha riportato il Wall Street Journal, il manager Bentley Wolfgang Duerheimer si è sbilanciato affermando che la direzione del Gruppo Volkswagen si pronuncerà in merito fra pochi mesi, prendendo la decisione finale sul da farsi. E l’esito potrebbe essere positivo per la nascita del SUV con la “B” alata.

Lo stesso vale per lo sport utility vehicle firmato Lamborghini (marchio del Gruppo Volkswagen insieme a Bentley), anche questo nei programmi futuri di Wolfsburg. La notizia ufficiale del Lambo-SUV dovrebbe arrivare già al prossimo salone di Ginevra nel mese di marzo. Ancora parlando del toro di Sant’Agata Bolognese, accanto al SUV si fa strada l’idea di una berlina che potrebbe nascere sulle spoglie della concept car Estoque presentata nel 2008.

Ma Duerheimer si è lasciato sfuggire altre frasi sibilline in merito a nuove vetture o nuove versioni su base Bentley Continental GT e GTC. In occasione del Salone di Detroit, infatti, la Casa di Crewe svelerà un motore V8 che sarà disponibile per la gamma Continental. Inoltre, il manager Bentley ha detto di poter facilmente immaginare una nuova coupé due posti, una versione da corsa ed una cabrio con un rinnovato sistema di apertura del tetto.

Va ricordato che Duerheimer, prima di approdare alla Bentley, è stato a capo del centro ricerca e sviluppo Porsche e sotto la sua direzione sono nati modelli come la Cayenne che hanno decisamente rinnovato la gamma di Stoccarda.