Infiniti JX al Salone di Los Angeles

Infiniti presenta la nuova crossover a sette posti JX. Per ora non è prevista la commercializzazione in Europa.

Infiniti JX

Altre foto »

La Infniti JX arriva in versione definitiva al Salone di Los Angeles. Dopo la concept car presentata al concorso d'eleganza di Pebble Beach 2011, il lussuoso brand di proprietà del gruppo Nissan ha scelto la manifestazione californiana per il lancio della versione stradale attesa nelle concessionarie a partire dal 2012.

Capace di ospitare fino a sette persone, la nuova Infiniti JX si presenta con un design imponente ma alleggerito nelle linee grazie ad alcune soluzioni stilistiche adottate. A bordo la selleria in pelle è offerta di serie e scorrendo la lista delle dotazioni troviamo il sistema multimediale Infiniti Connection, l'Around View Monitor e l'impianto audio ad alta fedeltà  con 15 altoparlanti Bose Cabin Sorroud.

Disponibile in abbinamento ad una sola motorizzazione, l'Infiniti JX è spinto dall'unità V6 3.5 litri da 265 cavalli e 336 Nm di coppia e cambio automatico CVT a sei rapporti nelle versioni a trazione anteriore o quattro ruote motrici con sistema Intelligent All-Wheel Drive.

Proposta a partire dal prezzo di 40.450 dollari per la versione entry-level, la nuova Infiniti JX sarà commercializzata esclusivamente nel mercato nord-americano.

Se vuoi aggiornamenti su INFINITI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Simonluca Pini | 21 novembre 2011

Altro su Infiniti

Infiniti Q60 Neiman Marcus: l’edizione speciale per il nuovo catalogo
Ultimi arrivi

Infiniti Q60 Neiman Marcus: l’edizione speciale per il nuovo catalogo

La nota catena di distribuzione di lusso presenta nel suo catalogo natalizio un’esclusiva versione speciale della coupé giapponese.

Infiniti: i prezzi della nuova Q50
Ultimi arrivi

Infiniti: i prezzi della nuova Q50

Infiniti comunica i prezzi della nuova Q50: si parte dai 38.950 euro della 2.2d.

Infiniti VC-T: il primo motore a rapporto variabile di compressione
Tecnica

Infiniti VC-T: il primo motore a rapporto variabile di compressione

Annunciato come un sistema alternativo ai dispositivi di disattivazione dei cilindri, dal Salone di Parigi in poi ha stupito gli addeti ai lavori.