Torna la Corvette Grand Sport

Chevrolet rispolvera in America il marchio Grand Sport. Presto disponibile in versione targa o spider la Corvette Grand Sport 2010

Torna la Corvette Grand Sport

Tutto su: Chevrolet Corvette

di Redazione

27 aprile 2009

Chevrolet rispolvera in America il marchio Grand Sport. Presto disponibile in versione targa o spider la Corvette Grand Sport 2010

.

Chevrolet ha annunciato il ritorno della Corvette Grand Sport durante il “Birthday Bash” che si svolge annualmente presso il Museo Nazionale Corvette a Bowling Green.

Sarà disponibile in versione targa (con tetto asportabile) o convertibile e con cambio a sei rapporti, sia automatico con paddle al volante che manuale: le versioni con cambio manuale sono dotate di lubrificazione a secco e sono destinate all’uso nelle competizioni; per questo motivo la batteria è installata nel bagagliaio posteriore.

L’unità che equipaggia la Corvette Grand Sport è il 6.2 litri V8 LS3, accreditato di una potenza di 430 CV e 575 Nm di coppia massima. Un sistema di scarico a due stadi, opzionale, permette però di potenziarlo a 436 CV e 580 Nm.

Le performance sportive sono garantite da sospensioni progettate per l’uso in pista, con molle, ammortizzatori e barra stabilizzatrice più rigidi. Il dato di 1 g di accelerazione laterale in curva ne è la riprova. Per le gomme sono stati adottate misure più larghe delle Corvette standard: 275/35 ZR18 davanti e 325/30 ZR19 dietro, montate su cerchi cromati inediti. Anche il look è stato rivisitato con appendici aerodinamiche all’anteriore e al posteriore mututate dalla Z06, passaruota maggiorati e prese d’aria per il raffreddamento dei freni.

Il marchio Grand Sport è uno tra i più suggestivi nel mondo delle corse degli anni 60, che richiama alla memoria epici duelli con Ferrari, Ford GT40 e Shelby Cobra. Progettata dall’ingegnere Zora Arkus-Duntov per competere con i mostri sacri dell’automobilismo, l’originale Grand Sport del 1962 era una Corvette alleggerita destinata alla produzione in 125 esemplari per ottenere l’omologazione per le corse.

General Motors, però, sospese il progetto quando decise di abbandonare ufficialmente le competizioni, ma nel frattempo erano già stati prodotti 5 prototipi equipaggiati con motore V8 da 377 pollici cubi. Queste 5 vetture, in mano a privati, sono diventate celebri negli autodromi mondiali durante gli anni ’60 ed oggi hanno quotazioni stratosferiche per i collezionisti che le bramano.

Nel 1996 fu lanciata, in edizione limitata di 1000 esemplari, una seconda edizione della Grand Sport per commemorare l’uscita dal listino della celebre C4, la Corvette di quarta generazione.